• Silvia Paolini

La sacca dei giochi

Da qualche mese ho messo in soggiorno, vicino alle cucce, una sacca contenete alcuni giochi per Lola e Billy.

Ogni tanto loro ne prendono uno e da lì scaturiscono sempre dialoghi interessanti ed ho notato che per Lola diventano risorse utili da utilizzare in presenza di ospiti.

Io mi limito a rimettere a posto ciò che trovo in giro quando mi sembra che l'oggetto non venga più utilizzato.. mi son presa questo ruolo e, pensandoci, sono stati anche loro a riconoscermelo.

Ora ce ci penso solo un paio di giorni fa, in un momento in cui avevo voglia di scherzare un pò con loro e ballare ero andata a prendere un gioco..e ricordo che mi hanno guardato estremamente perplessi, tant'è che ho lasciato perdere velocemente.

Ma questa è un'altra storia. La sensazione è che la gestione della sacchetta e del suo contenuto sia una responsabilità principalmente di Lola.

Che io ricordi solo una volta Billy ha estratto un oggetto da dentro..e ricordo che aveva la faccia di uno che stava mettendo alla prova, consapevole che avrebbe potuto entrare in conflitto con Lola. Lei fu' piuttosto tollerante. Poco fa è iniziato un dialogo interessante attraverso anche l'utilizzo di due palline.

Mentre stavo leggendo in poltrona (il fatto che fossi in poltrona credo sia rilevante perché le poltrone sono ormai da tempo un luogo di riposo a cui loro accedono liberamente) Lola riposava sull'altra. Billy, che mi pare fosse in cuccia, ha chiesto di poter accedere al mio spazio e io l'ho accolto volentieri a patto che non mi salisse addosso. Quando lo fa è prepotente nei modi ed ha un atteggiamento che percepisco come poco rispettoso, mi innervosisce.

Lui ci ha insistito un pò e poi ha accettato (almeno apparentemente) di stare accanto a me. Lola evidentemente aveva chiaro cosa stesse accadendo ed è intervenuta a riportare equilibrio. Si è alzata, ha preso una pallina dalla sacca ed è tornata in poltrona mostrandoci il suo bottino. Billy la osservava desideroso di avere la pallina ma non era intenzionato a spostarsi da lì... dopo pochi minuti, con una certa nonchalance e fingendo un prurito improvviso alla coda, Lola ha fatto cadere in terra la pallina, che è finita proprio sotto la nostra poltrona. Ma ancora niente.. Billy, nonostante fosse evidente l'interesse verso la pallina, è rimasto integerrimo a presidiare la zona accanto a me sulla poltrona. Lola ha atteso un pò poi è scesa a recuperare la pallina. A quel punto deve aver pensato che sarei stata utile al suo progetto (del quale ovviamente ero allo scuro). Si avvicina e inizia a porgermi la palla, capisco che sta suggerendomi di prenderla.. facciamo un paio di scambi, poi penso di offrire la pallina a Billy.. ero indecisa ma lei mi sembrava piuttosto d'accordo.. Billy prende la pallina e inizia a trattenerla. Non è intenzionato a ridarcela e a condividerla con noi. Tant'è che si sposta e va nella sua cuccia.. Lola rimane li a guardarmi ..io mi sento dispiaciuta per ciò che sta accadendo e insisto chiedendo a Billy di condividere la pallina ..a un certo punto penso di alzarmi e andargliela a togliere perché ero un pò scocciata. Ma al solo pensiero Lola mi fa capire che non è il caso: va alla sacchetta e prende una seconda pallina. Torna da me e di nuovo ce la scambiamo ..poi mi viene il pensiero di lanciargliela, la guardo, mi interrogo e poi le dico :"io provo eh".. lancio la pallina verso la sala, un brivido di euforia mi attraversa per il gesto energico, sorrido, le dico, vai.. lei mi guarda. Immobile, direi allibita.. Billy si fionda sulla pallina. Lola lo guarda perplessa. Billy torna nella cuccia con due palline. Lola lo guarda, mi guarda e mi chiede di salire in poltrona, le faccio spazio e le consedo le gambe. Lola è sempre molto rispettosa dei miei spazi ed emana calma da tutti i pori, si percepisce la morbidezza e l'intenzione affiliata. Billy è rimasto in cuccia a gestire con forza le palline. Lei si è rilassata lasciandolo perdere, io mi sono messa a scrivere.. dopo qualche minuto le ho dovuto chiedere di farmi scendere perché dovevo sistemare un legno che era caduto dal fuoco, lei si è stirata ed è tornata in poltrona e io ho fatto le mie cose e mi sono accomodata sulla poltrona dove lei riposava all'inizio. Billy ha mollato la presa sulle palline e si sta rilassando. Si respira un bel clima, c'è equilibrio... torno a leggere.

51 visualizzazioni2 commenti